Le gare del week end

Il match clou della giornata sarà la sfida tra Thunder Roma e Vitersport Viterbo.

Si sfidano le prime del girone, entrambe con grandi attacchi 13 gol per i Romani, 14 per i Viterbesi, non a caso i due bomber delle squadre sono Marco Malcotti e Fatmir Kruezi, entrambi, sul podio dei marcatori di questa stagione.

Insomma ci aspettiamo una partita arcigna, con molti tiri in porta e perché no qualche cartellino.

 

 

 

I Coco Loco, hanno una trasferta molto complicata, infatti, dovranno vedersela con i Warriors Viadana, una squadra che non si arrende mai e che vorrà far vedere di che pasta è fatta tra le mura amiche.

I gialloneri però se vogliono tornare a Lignano dovranno passare indenni la trasferta in terra Mantovana, per i Warriors invece servirà una bella vittoria per mantenere viva la rotta verso il Friuli.

Partita che a nostro avviso sarà caratterizzata da molte giocate in velocità e tanti gol.

 

 

Non ce ne vogliamo i presidenti, ma possiamo considerarla come una sfida salvezza.

Da un lato troviamo i Milanesi, che devono rinnovare le trame di gioco dopo la cessione illustre di Andrea Ronsval, dall’altro i Marchigiani che vincendo potranno mettere un piede nella prossima serie A1.

Sfida nella sfida quella tra le due coppie Ghislotti-La Cara e Occhialini-Galeazzi, da questa gara ci aspettiamo un gioco veloce e pieno di contropiedi da ambo i lati.

 

 

 

I delfini, concluderanno la trasferta lombarda nelle acque degli squali brianozoli, per provare un’impresa che può risultare storica.

I Biancorossi invece, vogliono continuare la scia di vittorie e portarsi da soli al comando del girone per far vedere il proprio valore.

Occhialini contro Muratore? Il vecchio contro il nuovo, si possiamo metterla sotto quest’aspetto ma secondo noi sarà la sfida delle giovani promesse Natale per i padroni di casa e Scalini per gli ospiti.

 

Albalonga wh 3 Lupi Toscani 2

Sabato 3 Dicembre alle ore 12.30 presso la Tensostruttura Collodi, si è tenuta la sfida di Serie A2 tra i padroni di casa dell’Albalonga Wheelchair Hockey e i Lupi Toscani Scandicci.
La Formazione in campo per i gialloneri vedeva Fenorasi tra i pali, Cantalini e Mastrostefano stick, con Capitan Montevecchi e Gaito in attacco.
Per i toscani Castiglia in porta, linea difensiva composta da Viorel e Focardi e in attacco bomber Pallesi e Spanò.
I padroni di casa partono forte imponendo subito il loro gioco, martellando sulla fascia e non concedendo spazi in difesa e sul finale un’abile Montevecchi inventa un gol e porta i suoi sull’uno a zero. 
Al secondo quarto entra in campo Diosi, per lui è l’esordio in maglia castellana, ma nonostante questo la sinfonia non cambia anzi di potenza e di grinta toglie palla a un toscano e la scaraventa in rete.
Nel terzo tempo è di nuovo Montevecchi a mettere tra i pali il capolavoro tattico di mister Carducci, coadiuvato dai bellissimi blocchi di Mastrostefano e Cantalini.
Negli ultimi dieci minuti entrano anche Fortini e Rezza, la squadra, però ormai è stanca, ed ecco qui che escono fuori dalla tana i Lupi, che con due invenzioni di Spanò e Righeschi sanciscono il risultato di 3 a 2 per i laziali.
Ottimo esordio per le mucche pazze, che fanno valere il fattore casa e raggiungono i Delfini al primo posto in classifica, per i Lupi bellissima trasferta che purtroppo non ha portato punti.

 

La Laganà e Ronsval a Varese

Dopo il trasferimento dell’anno, stiamo parlando di Claudio Salvo che dai Coco Loco è passato ai Black Lions Venezia, l’hockey pochi giorni fa ha subito un colpo di mercato ancora più potente.

Il bomber del Dream Team Milano, Andrea Ronsval, è passato agli Skorpions Varese, oltre a lui si trasferisce ai biancorossi anche il portiere Chiara La Laganà.

Gli Skorpions, grazie a quest’operazione, ritornano prepotentemente a sperare nella qualificazione alle Final Four di Lignano Sabbiadoro, i due nuovi acquisti potranno già essere schierati dal mister Moretta questo weekend contro la Vitersport di Kruezi.

Il funambolo Genovese, grazie al suo punteggio di 3,5, potrà giocare nuovamente con il suo capitano ai tempi della nazionale, il fortissimo Tiziano Fattore e con l’aggiunta dello stick Mantiero, potrà riformare 3/5 della formazione che ha tentato nel 2010 di portare a casa l’oro mondiale.

Anche il portiere a nostro parere, potrà dare una grande mano al team, mettendo in difficoltà il tecnico nella scelta del portiere da schierare la domenica.

Insomma amici sarà un girone B tutto da vivere e da seguire quello che ci si prospetta davanti, grazie dell’attenzione alla prossima.

Super Giornata di fine anno

Grande match per il gruppo A, si sfidano i campioni d'Italia dei coco loco e i quarti classificati delle scorse final four e cioè gli Sharks.

Bomber Farcasel, tenterà di regalare un'altra impresa ai Veneti, ma la coppia d'attacco Muratore-Vanoli non sarà sicuramente dello stesso parere.

Altro match importante per il gruppo A, è la sfida tra i Dolphins e il Dream Team, entrambe in cerca dei primi tre punti.

Per i milanesi, sarà il primo incontro senza il funambolico Ronsval e il portiere La Laganà.

I marchigiani invece, devono far valere il fattore campo.

Il match clou della giornata.

Si sfidano i Black Lions e i Thunder Roma, due squadre con zero reti subite, due squadre con coppie d'attacco straordinarie da una parte Salvo-Jignea dall'altra Malcotti-Bortoluzzi, due squadre che vogliono il titolo.

Beh chissà chi si accaparrerà la testa del gruppo B.

In quel di Varese, ci sarà un match dai ritmi altissimi.

Altissimi perchè? Beh i protagonisti sono Andrea Ronsval, Fatmir Kruezi e il pluricampione d'italia Tiziano Fattore.

Pensiamo che questo basti no?

Black Lions Venezia 4 Thunder Roma 4

Andiamo subito a Venezia per il big match della giornata, la gara è tra i padroni di casa dei Black Lions e i Thunder di Roma.

Primo tempo, gli ospiti spingono subito sull’acceleratore e bomber Malcotti, siglando il suo decimo goal stagionale, porta avanti i suoi ma Jignea è in giornata di grazia e riesce poco dopo a pareggiare il conto.

I primi due quarti proseguono su questo trend e si va al riposo lungo sul risultato di 1 a 1.

Terzo tempo, Roma tenta di chiudere la gara, ma su due disattenzioni si avventa ancora il numero dieci Veneziano, che con un uno-due pugilistico manda al conteggio i Laziali, che però non mollano mai e si rialzano.

I Thunder si scaraventano nell’area Veneta, prima il buon Bortoluzzi rapina il play avversario Claudio Salvo e riapre il confronto e poi sulla sirena il colpo di classe di Malcotti, che con un preciso rovescio da centrocampo porta nuovamente il risultato in parità.

Parte l’ultimo quarto e ci troviamo ancora arenati sul pareggio, ma ora i Thunder ci credono e con un piazzato teso sul primo palo si portano sorprendentemente avanti, però ora è giunto il momento di Salvo che prende palla a 45 secondi dalla fine, si avvicina all’area e la mette tra i difensori gialloblu e il portiere, chiudendo il match sul 4 a 4.

Tre trasferte 7 punti, 4 gol subiti e 13 fatti, questo è il bottino dei Thunder che chiudono l’anno primi nel girone, i lagunari dal canto loro hanno stessa differenza reti, ma solo due gare effettuate, quindi ottimo risultato per entrambe le squadre che chiudono nel migliore dei modi questo 2016. 

Coco Loco Padova 5 Sharks Monza 8

Sfida al vertice per il girone A, al Duca degli Abbruzzi di Padova si gioca Coco Loco contro Sharks Monza.

Per i padroni di casa scendono in campo; tra i pali Toniolo, in difesa il duo consolidato Schiaroli - Vittadello e in attacco bomber Farcasel e il fido Slika, diventato titolare dopo le due cessioni, illustri di Giliberti e Salvo.

Per Monza invece, il solito quintetto ormai collaudato in porta il buon Bettineschi davanti a lui Cuomo e Natale in avanti Muratore e Vanoli.

Primo tempo, capitan Muratore tira Schiaroli risponde, ma sulla ribattuta s’invola di nuovo il numero nove che insacca, poco dopo Farcasel sbaglia il pareggio, dando così morale ai Brianzoli che, prima sbagliano un rigore con Tia e poi raddoppiano.

Nel secondo quarto, si capisce subito che il play maker Veneto non è il solito, infatti, sbaglia nuovamente due reti, dall’altra parte invece lo squalo Lombardo è in giornata di grazia e porta il risultato sullo 0 a 4.                                    

Sul finire del tempo Padova sembra poter tornare in partita, ma i biancorossi reagiscono e vanno negli spogliatoi sul punteggio di 1 a 6.

Si ritorna in campo, Tia si toglie il mantello e lo passa al compagno di nazionale Farcasel, che si scatena e cala il poker…

4 a 6!!!

Nel quarto tempo, il capocannoniere del campionato, sbaglia un nuovo tiro, cambio di fronte, azione ostinata dell’imprendibile Tia che, mentre sembrava essere in crisi marcato abilmente, dai tenaci difensori locali, inventa un colpo di classe e serve Vanoli, che si fa trovare al posto giusto nel momento decisivo e ammazza la gara.

Vince Monza, che con una grande prova di forza arriva all’impresa, si parliamo d’impresa perché i Padovani non perdevano da ben 23 incontri.

 

 

Marcatori di Natale  (A1)

Emanuel Farcasel                      24 gol

Dopo la partenza di Salvo è rimasto solo a sostenere le redini dell’attacco Padovano e non sembra aver per questo mollato.

Ha realizzato 24 gol in tre partite, mostrando una straordinaria capacità di andare in porta e non sembra volersi fermare qui.

Secondo noi, riuscirà a trascinare la sua squadra, nonostante le perdite, alle Final Four di Lignano Sabbiadoro.

Chissà se, finalmente, la stessa potenza d’urto sarà trasferita anche al servizio del team azzurro, vista la sua scarsa forma agli ultimi europei.

Fatmir Kruezi                               14 gol

In seconda posizione con 14 gol vi è lui Fatmir Kruezi, costretto a scappare dalla sua terra natia, perché come ci racconta…

“Sono originario del Kosovo, sono arrivato in Italia nel 2002, sono venuto in Italia x la speranza di un possibile intervento x camminare di nuovo”.

Come hai conosciuto questo sport?

“Ho iniziato a giocare a questo sport nel 2006, tramite la Vitersport di Cristian Locatelli che si era trasferito a Viterbo e grazie alla UILDM ha fondato la squadra”

La sua caratteristica principale è sfondare le difese a suon di bordate dalla distanza e se non ci riesce, le sfonda a forza di dribbling e giocate ad altissima velocità.

Ma il suo obiettivo è?

“Per quest’anno spero di arrivare alle finali a Lignano e perchè no, vincere lo scudetto!”

Marco Malcotti                            12 gol

In terza posizione troviamo il “Bomber” Marco Malcotti.                                           Qual' è la tua storia?                                                                                                                                  “Ho 45 anni, ho sempre desiderato fare sport, precisamente atletica leggera, ma mai avuto mezzi e opportunità per praticarla.”

Come hai conosciuto questo sport?                                                                                            “Mi sono trovato per caso a praticarlo, tramite i fratelli lazzari e Marco Ferrazza conosciuti allo stadio e ora sono 12 anni che gioco a questo sport, ho vinto 4 scudetti, di cui 3 vissuti da protagonista sul campo.”

Il tuo obiettivo?                                                                                                                                      “Il mio obiettivo è sempre stato e lo sarà di vincere sempre, ho vinto e perso tanto, ma sempre combattendo, per vincere e tramite queste permettere ai miei compagni di conquistare il loro posto in Nazionale.  In questi anni ho conosciuto tanti ragazzi che hanno, tramite questo sport, avuto occasione di fare amicizie e sentirsi in qualche modo PROTAGONISTI!!!.”

Marcatori di Natale  (A2)

Tommaso Liccardo           10 gol

Al primo posto della classifica, con 10 gol troviamo il fenomeno,

Tommaso Liccardo.

Giocatore molto esperto, il suo esordio avviene, quasi venti anni fa con i Blue Devils Napoli, dove conquista tre scudetti, poi si trasferisce ai Rangers Bologna, trascinandoli per la prima volta in finale e per ben due volte consecutive, non riuscendo però a portare a casa il titolo.

Decide, con i suoi compagni, di andare negli inferi nel 2013/2014 e li conquista il titolo di A2 e quello di capocannoniere del campionato.

Quest’anno si ritrova nella serie cadetta per ripartire con un nuovo progetto e chissà se non finirà con la replica di tre anni fa!!! 

Claudio Comino                 9 gol

Come hai conosciuto questo sport?

“Mi chiamo Claudio, gioco nei Madracs Udine da tre anni circa, ho iniziato per caso grazie all'invito di alcuni amici che praticavano già questo bellissimo sport”.

Risultati raggiunti?

“Mi sono subito appassionato e innamorato del wheelchair hockey, ho iniziato ad allenarmi tutti i giorni da solo oltre agli allenamenti settimanali con la squadra e alla fine qualche risultato è arrivato, la prima storica qualificazione ai playoff della squadra di Udine e poi la convocazione in Nazionale”.

Qual è il tuo obiettivo stagionale?

“Quest'anno, dopo due playoff andati un po' maluccio, puntiamo alla promozione, siamo maturati molto come squadra e pensiamo di essere pronti per l'esperienza in A1”.

Lorenzo Vandelli                8 gol

Raccontaci la tua storia?

"Scopro di avere la distrofia muscolare nel 1994 dopo un banalissimo infortunio giocando a calcetto. Smetto di giocare a calcio e calcetto, inizio ad allenare i normodotati a calcio e calcetto e un po’ alla volta peggiorando inizio a provare sport per disabili".

Come hai conosciuto il nostro sport?

"Ho visto le foto su una rivista, ho contattato poi la presidenza per email e mi dicono di andare a vedere la squadra di Bologna, vado e mi innamoro al primo istante".

Il tuo obiettivo?

"Far crescere i miei cuccioli divertendosi, niente di più, nessun obiettivo particolare perché il giorno che non mi divertirò più smetterò di giocare".

Falcons Vs Bulls 1 a 7

Andiamo ad analizzare la gara svolta il 26 Novembre, tra i padroni di casa i Friuli Falcons e i Bulls Treviso.

 

Andiamo alle formazioni: per i veneti scendono in campo, in porta Zahirovic, davanti a lui Bontempo e Tognin in versione capitano, vista l’assenza di Panebianco e lì davanti, la coppia d’attacco Burighel-Panizzo.

 

Per i Friulani invece, tra i pali Sacilotto, linea difensiva composta dai due stick Campigotto e Filippin e davanti come mazze Casagrande e capitan Vadnjal.

Analizziamo ora la gara nel dettaglio.

 

I Bulls partono subito forte e grazie alle sue due mazze si portano sul due a zero, nella ripresa i padroni di casa provano a rientrare in partita grazie al gol di Casagrande, bomber Panizzo, però non ci sta e mette altre due reti a referto e si va tutti a bere un the caldo.

 

Nel terzo tempo la situazione rimane in stallo e al rientro in campo, per l’ultimo tempo, Scarpa decide che è arrivato il suo turno e sigla la sua doppietta personale, ma nel finale il numero dieci cala il poker e regala ai suoi i primi 3 punti.

 

Esordio col botto per i tori che lanciano la sfida ai Madracs, mentre per i falchi le due partite hanno portato zero punti e quindi ora dovranno riscattarsi con i Tigers.

 

 

Weekend 19/20

Si è appena concluso un nuovo weekend hockeystico e quindi andiamo ad analizzare i risultati conseguiti.

Partiamo dai campioni d'italia, i Coco Loco, che nonostante la partenza del bomber Claudio Salvo continuano, con uno strepitoso Farcasel, autore di 19 gol in due partite, l'inseguimento alle final four.

Anche i Thunder partono forte, lasciando inviolata per ben due volte consecutive la propria porta, cosa che non accadeva dalla semifinale 2013, conseguendo poi la vittoria, grazie ad un super Marco Malcotti autore di 9 goal.

Anche gli Sharks erano all'esordio e con la loro coppia gol Vanoli-Muratore, non hanno deluso i propri sostenitori battendo agevolmente i temibili Warriors.

Molta delusione per la brutta sconfitta in casa degli Skorpions, che ora sono attesi la prossima settimana in casa dei Black Lions, per un big match che può già valere tanto per la loro stagione.

Beh che dire grazie dell'attenzione e a risentirci per la prossima giornata.

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© ASD Albalonga Wheelchair Hockey- Via delle Mole 31 - 00041 Albano Laziale